• w-facebook
  • w-tbird
  • w-flickr

ROBERTO CARULLO …

 

PUNTO FERMO NELLO SPAZIO TEMPORALE dell’ARTE

 

 

 

ROBERTO CARULLO è unartista autodidatta che personalmente collocherei per la sua tipologia artistica, nell’ARTE POP.

 

E’ una simbiosi di: Passato, Presente, Futuro …

ricordo-remember, osservo-look now, spero-hopefully …

 

Roberto Carullo è un artista “Fuori dal Coro” con la sua Pop Art riesce, attraverso un attento studio del potere e della magia del FUMETTO, a stimolare forti emozioni davanti ad osservatori di ogni età, che “aprono” le porte al mondo attuale e a quello dei ricordi lontani.

 

 

Questo Artista è Arte … Vi chiederete perché-why? …

 

SEMPLICITÀè la sua parola d’ordine … riprende i temi morali di ogni persona, le sfide di ogni giorno, che non hanno limiti di epoca, vere oggi, ieri e nel domani …

E’ tutto e molto di più, in quanto non cade mai nello ‘scontato’, anzi arriva a vedere ‘sfumature’ a volte impercettibili a chi viaggia nel ritmo della vita senza sosta.

 

Riesce a creare tutto questo lavorando con un MATERIALE di eccezione, a volte identificato con il termine banale ed inappropriato di ‘plastica’, ma in realtà è una materia dalle proprietà stupende: IL POLIMERO

L’artista estrapola con grande versatilità delle qualità uniche, a partire dal colore intenso, lucido, satinato e trasparente, dallo spessore delle pagliuzze che come il mosaico creano uno strato unico, il tutto assemblato con meticolosa pazienza ed inserito con armonia sulla tela aerografata, al fine di dare vita ad un’opera d’arte unica, sia dal punto di vista estetico che morale.

 

 

Da dove nasce tanta curiosità e tanto amore per i polimeri? …

 

La curiosità per questo materiale nasce durante la collaborazione con il MAP Museo Arte Plastica di Castiglione Olona-VA, primo Museo in Italia che unisce Arte ed Industria in un’esperienza unica, fondato il 6 Giugno 2004 con sede nel Palazzo dei Castiglioni di Monteruzzo.

Da qui, il desiderio di poter comprendere come utilizzare i polimeri e attraverso nuove tecniche d’avanguardia, scopre che in realtà è un materiale che offre un mondo caleidoscopico che spazia dal rhodoid (derivato dal fiocco di cotone) al metacrilato, al policarbonato … può essere usato per vari tipi di lavorazione, ma soprattutto grazie alla passione e alla professionalità dell’artista, può diventare un nuovo approccio all’arte d’avanguardia.

I polimeri possono essere trattati in modo differente in relazione alla tematica, al colore, alla tecnica, in base all’interpretazione del pigmento cromatico, del supporto costruttivo, ma una considerazione è certa, è un materiale in grado di portare una ventata poliedrica di vitalità all’opera d’arte realizzata.

 

LE OPEREdi Roberto Carullo rappresentano FUMETTI e prevedono un fondale scenico su tela intonacata e aerografata, su cui viene poi realizzato il disegno in polimeri, che vede usata da questo giovane artista, la tecnica del MOSAICO.

 

L’idea inizialmente può sembrare quasi contrastante, ma in realtà le sue opere sono uniche, in quanto vedono il connubio artistico dell’ANTICO, dello storico, ripreso nel fondale scenico della tela e nell’uso del mosaico, ma interpretato in CHIAVE MODERNA attraverso il fumetto, che non viene inserito casualmente, ma sempre con un’attenzione mirata all’aspetto relazionale umano e sociale, in ogni quadro è presente un significato profondo.

 

Inoltre, una caratteristica che rende eccezionali i suoi lavori è il GIOCO PROSPETTICO.

Da lontano tela e mosaico sono un tutt’uno, si compenetrano, ma più ci si avvicina, si distingue il mosaico che emerge in spessore sulla tela, diventa tattile, mentre la tela stessa non scompare, ma riveste l’immagine di un piano contenitivo, ben definito graficamente. Il tutto è perfettamente calibrato ed equilibrato nello spazio, non c’è parte dell’opera che possa essere ritenuta in secondo piano.

L’uso di polimeri dai colori brillanti e vivaci crea un’empatia con la tela aerografata.

 

Una SINERGIA molto particolare dove potere sociale, ideali, umanità, fede e verità sono tutti su un unico piano, ma in realtà c’è un punto dominante, l’osservatore posto al centro dell’opera, che solo lui può scegliere la strada più giusta ed idonea per il suo stile di Vita, ricerca che sicuramente sarà soggettiva da osservatore ad osservatore.

 

L’artista Roberto Carullo attraverso i suoi lavori si METTE IN GIOCO, cerca sempre di esprimere una morale intrinseca della vita dell’uomo, caratteristica non semplice da rilevare negli artisti, in quanto per fare arrivare tali messaggi, occorre creare una forte introspezione con se stessi, con lo sguardo vivo verso il futuro, senza la paura di giudizi, ma certi di rappresentare artisticamente ciò in cui veramente crediamo.

 

 

Curatrice

dott. arch. Alessandra Claudia Croci

 

 

 

 

This site was designed with the
.com
website builder. Create your website today.
Start Now